In Toscana la tessitura ha un’antica e prestigiosa tradizione. Nel Duecento, Lucca fu la prima città ad affermarsi come centro produttore di tessuti di grande ricchezza e di disegno raffinato. Con il Rinascimento l’arte della tessitura manuale si diffonde a Firenze e poi in tutta la regione con la realizzazione di tessuti in lino, seta e lana. Nel Settecento c’erano a Siena cinquanta telai in attività; tipica di questo territorio la “tela di Pienza” con i caratteristici piccoli rombi. Successivamente, con l’invenzione dei telai meccanici o semi meccanici – prima in Francia e in Inghilterra e poi in Italia- l’arte dei tessitori subì una radicale trasformazione. Agli inizi del Novecento a Siena erano rimasti solo 20 telai manuali destinati a scomparire dopo la prima Guerra Mondiale. Oggi, in Toscana, esistono ancora piccoli laboratori artigiani, con telai semi meccanici, da cui provengono le telerie proposte da Toscana Lovers.
Anche i ricami della nostra regione hanno una lunga storia; si diffusero nel Quattrocento ed erano eseguiti dagli uomini ad esclusione di Siena dove venivano realizzati da vedove e ragazze madri.
Nel nostro negozio cerchiamo di valorizzare anche un’altra tradizione toscana: i bordi figurati con immagini di coppie di animali, frutta o fiori spesso ispirati a tarsie o a pavimenti istoriati come quello del Duomo di Siena.

Visualizzazione di tutti i 15 risultati